Grande successo per il Tiroiday 2019

Cari amici ed associati,
 
come sapete il 10 Agosto si è tenuta a Sabaudia, presso l’Hotel Le Dune, la V Edizione del Tiroiday- I Colori della Salute. Ringraziamo la dottoressa Daniela Pace per averci invitato a presentare la nostra associazione e la nostra mission; eventi come questo ci spingono ad andare avanti con i nostri obbiettivi statutari affinchè i vissuti emotivi dei pazienti tiroidei vengano valorizzati ed affrontati e soprattutto ci ricordano quanto sia importante la prevenzione. La dottoressa Pace ha lavorato senza sosta ed è per tutti noi un grande esempio di solidarietà e passione. Grazie anche allo Staff del Tiroiday e dell’Hotel le
Dune che ci ha accolto e supportato per l’intero evento.
tiroiday 2
Durante la giornata, la dottoressa Pace ha sottoposto a screening ecografico gratuito ben 110 persone, di cui 68 donne e 41 uomini con età media di 43 anni.  Anche tra i più giovani si è diffuso il concetto di prevenzione, infatti tra i partecipanti, 13 hanno un’età compresa tra i 12 e i 20 anni. Tutte le persone sottoposte a screening ecografico non avevano mai eseguito controlli e presentavano fattori di rischio per problematiche tiroidee.

Questa presentazione richiede JavaScript.

 Con il Tiroiday ci vediamo l’anno prossimo ma, vogliamo segnalarvi un altro importantissimo evento che si terrà domani a Sabaudia sempre presso l’Hotel Le Dune. La partecipazione all’evento vi consentirà di contribuire alla realizzazione di progetti dell’oncologia pediatrica del Policlinico Umberto I di Roma e sostenere l’associazione “Io, domani”. 
gran galà Sabaudia
 
Vi auguriamo una buona fine di agosto e ci sentiamo a settembre con nuovi aggiornamenti sulle nostre attività.
Un caro saluto 
 
Per Ass.Tiroidee
Barbara Bonci
Claudia Greci

7 lezioni che la Malattia cronica mi ha insegnato: uno sguardo retrospettivo sull’Ipotiroidismo. I PARTE

Sarah Downing
Sarah Downing

Leggi la versione originale dell’articolo QUI

Nell’agosto del 2009 a Sarah è stata diagnosticata la Tiroidite di Hashimoto. Questo momento ha rappresentato un punto di svolta nella sua vita, perché improvvisamente si è resa conto che non doveva più sentirsi in colpa per molti dei suoi sintomi come la stanchezza cronica e l’aumento di peso.  In questo periodo ha capito che con la sua scrittura poteva  aiutare e incoraggiare gli altri in situazioni simili e che poteva guarire catarticamente se stessa  imparando dalle esperienze del passato.

Sarah  ha dato a TiroIdee la possibilità di tradurre il suo articolo poiché crede che la condivisione della speranza e di esperienze positive siano cose  indispensabili per aumentare la consapevolezza e la pro attività verso la malattia.

Sarah è una scrittrice appassionata, una  poetessa, una traduttrice e Blog Editor per ThyroidChange.org.  Il suo blog personale è “Butterflies&Phoenixes”. Sarah Downing è nata e cresciuta in Inghilterra ed ora vive e lavora in Pennsylvania con il marito e i loro tre affettuosi gatti.

Grazie mille Sarah, spero che la tua storia di coraggio e positività verso la vita possa essere di aiuto a tantissimi pazienti tiroidei. Di seguito i primi 2 punti del suo articolo:

  • Trattatevi con pazienza e gentilezza. Lo so che vorreste che le cose tornassero regolari dall’oggi al domani, ma purtroppo ci potrebbero volere mesi e a volte anche anni per sperimentare di nuovo la normalità. Prima di tutto pensate a quanto tempo avete impiegato per ammalarvi… è un pensiero scoraggiante ma potrà farvi vivere ogni piccolo miglioramento come un successo. Siate gentili con voi stessi perché nei giorni più frustranti e difficili è la vostra prospettiva mentale a giocare un ruolo determinante nella guarigione. La verità è che la vita non sarà mai più la stessa, ma questa non è necessariamente una cosa negativa. Posso dire di essere molto più felice e soddisfatta di come ero prima della diagnosi e i motivi li spiegherò più avanti in questo articolo. Potrete anche avere bisogno di piangere per la vostra vecchia vita e questo vi aiuterà a chiudere e guardare avanti. Siate onesti con voi stessi riguardo ai sentimenti che provate e consentitevi di essere arrabbiati e tristi invece di farvi corrodere da dentro dalle emozioni. Per abituarvi alla nuova vita ci vuole del tempo, ma ho capito che tutto diventa più facile sentendosi proattiva/o e responsabile e circondandosi da gente amorevole e premurosa che capisce quello che stai attraversando. Ho sofferto per anni a causa dei sintomi della malattia alla tiroide e quando finalmente ho avuto una diagnosi mi sono sentita sollevata e mi sono data tante spiegazioni. La diagnosi di Ipotiroidismo ha spiegato il mio incontrollabile aumento di peso e la mia stanchezza cronica e ha fatto si che non ne provassi più vergogna né colpa. La mia diagnosi mi ha dato la speranza di migliorare la mia condizione e trovare sollievo dai miei sintomi. Ma ho anche capito che stare bene è come sbucciare gli strati di una cipolla. Il trattamento non è quasi mai semplice e possono esserci delle condizioni correlate. Proprio per questo ho dovuto imparare ad essere il “detective medico” di me stessa e insistere sul trattamento di cui ho bisogno e che merito.

  • Guardate attraverso le nuvole cercando di cogliere il lato positivo delle cose. La malattia cronica è devastante, ma mi ha insegnato tanto e mi ha portato a percorrere un sentiero mai battuto. L’Ipotiroidismo mi ha insegnato a celebrare il mio corpo e a trattarlo con l’amore che merita facendo una dieta sana e bilanciata. Trovate quello che va bene per voi perché non c’è un’unica soluzione buona per tutti. Dalla mia diagnosi valorizzo la bellezza e l’unicità del mio corpo. Prima molte persone facevano commenti sprezzanti sulla mia figura. Sono sempre stata formosa, ma non ho mai avuto sintonia con quello che era considerato bello dalla gente. Ora sono ancora curvy, ma la differenza è che ho lavorato per avere una buona forma, per essere tonica e forte, tanto che ora sto per completare la mia formazione come massaggiatrice, una nuova carriera che ho intenzione di portare avanti insieme alla scrittura e alla traduzione. Ieri ho addirittura massaggiato un ex-lottatore, cosa che non avrei mai potuto fare prima! I miei insegnanti di massaggio commentano spesso su come sono forte e pensare che, solo pochi anni fa, riuscivo a malapena ad alzarmi dal letto! Quando si è malati, ci si concentra sulla propria guarigione, ma è sorprendente quante persone malate finiscano per diventare guaritori – forse perché abbiamo sperimentato la sofferenza di lottare per trovare qualcuno che ci dia una mano per uscire dal nostro personale abisso. La malattia e la sofferenza coltivano l’empatia e il potere di guarigione delle persone. La mia malattia mi ha permesso di aiutare gli altri condividendo la mia ricerca e le mie esperienze attraverso il mio blog, in particolare sul mio sito “Butterflies&Phoenixes”. Per me è molto appagante e fortificante. Ultima cosa ma non meno importante: a causa dell’ipotiroidismo ho stretto  innumerevoli  e care amicizie. La nostra malattia ci ha unito, ed alla fine molti di noi hanno scoperto di avere anche tante altre cose in comune.

Potrete leggere gli altri punti dell’articolo di Sarah Downing nel prossimo post di tiroidee.com.

Butterflies & Phoenixes
Web: www.sarahjdowning.com
FB: www.facebook.com/ButterfliesandPhoenixes

TENNIS&FRIENDS 2014 per la prevenzione del Tumore alla Tiroide

tennisandfriends
Sono tantissime le persone che soffrono di problemi alla tiroide, solo nel Lazio se ne contano 600 mila di cui almeno la metà a Roma. Nel 2018 il tumore alla tiroide sarà il secondo tumore maligno più frequente nella donna dopo quello al seno.
Alla luce di questi dati la protagonista indiscussa dell’evento Tennis&Friends sarà sicuramente la prevenzione.
In questa IV Edizione dell’evento organizzato dal Policlinico Gemelli la prevenzione maggiore si fa sul tumore alla tiroide ma anche sul controllo di colesterolo e glicemia.
Tennis&Friends a Medicina33 – Per vedere il servizio vai direttamente al minuto 8:00
Anche quest’anno il mondo dello sport si unisce a quello dello spettacolo per prevenire e combattere le malattie della tiroide in un weekend al Foro Italico. L’evento è organizzato da Real Sport Event in collaborazione con il Policlinico “Agostino Gemelli” e la Polizia di Stato e con il patrocinio di Roma Capitale, Regione Lazio, Coni e Federazione italiana Tennis.
I personaggi dello spettacolo saranno in prima linea per supportare il personale del Policlinico Gemelli a eseguire check up gratuiti alla tiroide ed esami per il controllo delle malattie metaboliche (come colesterolo e glicemia).
Un fine settimana di sport  con la possibilità, dalle 10 alle 18, di essere visitati dagli specialisti, che saranno coordinati da Rocco Bellantone, direttore della Chirurgia Endocrina e metabolica e preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia, e Alfredo Pontecorvi, direttore dell’Unità operativa di Endocrinologia e delle malattie del metabolismo.
I VIP presenti al Foro Italico saranno tantissimi, per citarne alcuni: Fiorella Mannoia, Fiorello, Paolo Bonolis, Maria De Filippi, Maria Grazia Cucinotta, Nicola Piovani, Amadeus, Noemi, Bruno Vespa, Veronica Maya, Lorella Cuccarini, Paola Perego, Lucio Presta, Jimmy Ghione, Massimiliano Ossini, Francesco Giorgino, Lillo e Greg, Bernardo Corradi, Gianni Rivera, Dario Marcolin, Roberto Baronio, Alessandro Haber, Luca Barbareschi, Gabriele Cirilli, Max Giusti, Andrea Perroni, Renato e Fabiana Balestra, Filippo Bisceglia, Pamela Camassa, Matilde Brandi, Samantha De Grenet, Sebastiano Somma, Roberto Ciufoli, Raffaella Fico e molti altri.
Sarà presente all’evento anche Heinz Beck noto chef del Ristorante La Pergola di Roma autore del libro “Ipertensione ed Alimentazione”.
Appuntamento Sabato 11 e domenica 12 Ottobre al Foro Italico con Tennis&Friends!
tennis
Fonti: