LUGLIO CON L’ASSOCIAZIONE ANT

Fondazione ANT Italia Onlus, nata nel 1978 per iniziativa dell’oncologo Franco Pannuti, è il più grande ospedale gratuito a domicilio in Italia, fornisce assistenza ai malati di tumore e organizza attività di prevenzione oncologica.

La Fondazione ANT in questi ultimi anni ha dedicato particolare attenzione allo sviluppo dell’attività di prevenzione oncologica con eccellenti risultati, che hanno consentito di realizzare più di 104.000 visite gratuite in tutta Italia.”

PROGETTO NUTRIZIONE

breakfast-21707_640

Il PROGETTO NUTRIZIONE ANT, coniugando i principi fondamentali dell’alimentazione mediterranea con quelli dell’alimentazione eubiotica, si propone di:

  • informare e sensibilizzare ad una corretta alimentazione come prevenzione delle malattie degenerative, attraverso lezioni nelle scuole e incontri coni genitori e la cittadinanza nei centri, biblioteche, scuole e quartieri delle città;
  • effettuare visite di prevenzione nutrizionalee terapia delle malattie del benessere, al fine di correggere e migliorare la propria alimentazione. Il Progetto Nutrizione prevede l’avvio di ambulatori nutrizionali tenuti da nutrizionisti ANT, aperti a tutti i cittadini a partire dai 12 anni, che credono e contribuiscono al progetto Eubiosia della Fondazione ANT.

PROGETTO DONNA

Il Progetto Neoplasia Ginecologiche ANT si pone come obiettivo quello diPrevenzione_ginecologica2012 effettuare controlli gratuiti, a donne di ogni età,  allo scopo di fare diagnosi precoce di lesioni sospette, intervenendo conseguentemente nel modo più adeguato e tempestivo possibile.
I controlli prevedono l’esecuzione di:

  • Visita ginecologica
  • PAP-test
  • Ecografia

CALENDARIO  DI LUGLIO PER VISITE GINECOLOGICHE + PAP TEST +

ECOGRAFIA TRANS ADDOMINALE E/O TRANS VAGINALE

PROGETTO DI PREVENZIONE DEI TUMORI MAMMARI

Il PROGETTO di PREVENZIONE dei TUMORI MAMMARI prevede la possibilità dPrevenzione_seno_2012i eseguire, su indicazione medica e sulla base dell’età, le 3 indagini strumentali: ecografia, mammografia ottica bilaterale (DOBI COMFORTSCAN), mammografia digitale bilaterale.
Lo scopo è di individuare precocemente lesioni tumorali sospette che verranno pertanto segnalate al medico di fiducia, a cui spetterà il compito di proseguire l’iter diagnostico/terapeutico del caso.

Il PROGETTO di PREVENZIONE dei TUMORI MAMMARI è rivolto quindi a Donne di ogni età.

TUTTE LE VISITE E LE ANALISI GRATUITE DI LUGLIO

PROGETTO TIROIDE

prevenzione_tiroide_2012

11 luglio 2015 COMUNE di TIVOLI (Roma) Visite dedicate alla Cittadinanza c/o Centro Medico TIBURMEDICAL Via delle Piagge n. 38/40, Tivoli (RM) *info e prenotazioni:0774/312228 – 0774/333827 – 0774/330269

PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI RIVOLGERSI AL CENTRALINO DELL’ISTITUTO ANT  DI BOLOGNA
tel 051/ 719.01.11 cell: 347/ 11.58.959 ed alla Dott.ssa Valeria Bonazzi Istituto ANT Via Jacopo di Paolo, 36-Bologna e-mail:valeria.bonazzi@ant.it

CALENDARIO VISITE TIROIDE LUGLIO 2015

IODIO: UN ELEMENTO ESSENZIALE PER IL NOSTRO ORGANISMO

Articolo di Stefania Fortino
Articolo della Dott.ssa Stefania Fortino, Ph. D. Biologa

Fonti alimentari e fabbisogno giornaliero

Lo iodio è un micronutriente essenziale presente nell’organismo umano in piccole quantità (15–20 mg),  concentrato quasi esclusivamente nella tiroide (circa il 70-80%) e distribuito in altri tessuti, in particolare nelle ovaie, nei muscoli e nel sangue.

L’unica funzione biologica riconosciuta allo iodio è connessa all’attività della tiroide e alle tironine da essa prodotte, le quali contengono iodio nella loro struttura chimica:

  • Tiroxina (chiamata T4 per la presenza di 4 atomi di iodio)

  • Triiodotironina (chiamata T3 per la presenza di 3 atomi di iodio)

Lo iodio e’ diffuso nell’ambiente in diverse forme chimiche ed è presente nel suolo e nelle rocce. Si scioglie nell’acqua piovana ed è trasportato nei fiumi fino al mare. Qui lo iodio può evaporare e con le piogge ritornare sulla superficie terreste o accumularsi nelle alghe, nei pesci e nei crostacei.

Il contenuto di iodio in un determinato terreno varia notevolmente a seconda delle caratteristiche del suolo (contenuto di sostanza organica, quantità delle precipitazioni, permanenza più o meno lunga negli strati superficiali del suolo, ecc…). Ma, generalmente, il contenuto di iodio nei suoli è minore nelle zone montane e nelle pianure alluvionali rispetto alle zone costiere.

FONTI ALIMENTARI DI IODIO

Lo iodio non è sintetizzato dall’organismo, la sua principale fonte è rappresentata dalla dieta. Tuttavia, il contenuto di iodio negli alimenti è estremamente variabile e dipende dalla presenza di questo elemento nel terreno e nell’acqua. Nei vegetali dipende dallo iodio presente nel terreno in cui vengono coltivati, mentre negli alimenti di origine animale dipende dallo iodio assunto dagli animali con l’alimentazione.

Gli alimenti con la più alta concentrazione naturale di iodio sono i pesci e i frutti di mare (vedi Figura 1 e 2). Tutti i tipi di fauna e vegetazione marina assorbono iodio dall’acqua di mare e per questo sono ottime fonti di questo minerale. In misura minore lo iodio si trova nella frutta, nelle uova, nei cereali, nei prodotti lattierocaseari e nella carne.

La disponibilità metabolica dello iodio presente negli alimenti può dipendere anche dal metodo di cottura: ad esempio, mediante bollitura si ha una maggiore riduzione del contenuto di iodio.

Figura 1: Contenuto medio (µg) di iodio per categoria alimentare

Figura 2: Contenuto medio (µg) di iodio in pesce e suoi derivati, crostacei e molluschi

FABBISOGNO GIORNALIERO

In condizioni basali, si calcola che la tiroide ha bisogno di 60 µg di iodio al giorno per mantenere un adeguato rifornimento di tiroxina. Questa quantità in massima parte (50 µg) deve provenire dalla dieta, mentre un sesto (10 µg) è recuperata dal ricambio ormonale.

Per assicurare una disponibilità in condizioni di normale attività e spesa energetica, si raccomanda a un adulto di introdurre 150 µg di iodio al giorno (vedi tabella). La parte di iodio, eventualmente in eccesso, non utilizzata dalla tiroide, viene escreta con le urine e con le feci, insieme allo iodio proveniente dal ricambio ormonale (vedi Tabella 1).

Tabella 1AA VV 2005 Fisiologia dell’uomo – FAO/WHO, ICCIDD, 2005

Se l’apporto di iodio è inferiore a 60 µg, la tiroide può subire ipertrofia (ingrossamento), comunemente chiamata “gozzo”. Quando l’apporto di iodio diventa molto basso (inferiore a 20 µg), sebbene la tiroide abbia un meccanismo naturale di adattamento, non riesce a compensare l’ipertrofia e a raggiungere un’adeguata assunzione di iodio, e s’instaura di conseguenza uno stato di ipotiroidismo.

L’assunzione di iodio con gli alimenti può non essere sufficiente. Per monitorare una corretta assunzione in Italia, l’ISS (Istituto Superiore di Sanità) ha istituito l’OSNAMI (Osservatorio Nazionale per il Monitoraggio della Idroprofilassi in Italia), una struttura epidemiologica che si occupa del programma di iodoprofilassi in relazione alla prevenzione del gozzo endemico e delle altre patologie derivanti dalla carenza iodica.

Il programma di prevenzione prevede una serie di misure destinate a promuovere il consumo di sale arricchito di iodio su tutto il territorio nazionale.

stefania Fortino

Bibliografia:

AA VV (Ed.E.E). Fisiologia dell’uomo, 2005.

Olivieri A., Vitti P. (Ed.). Attività di monitoraggio del programma nazionale per la prevenzione dei disordini da carenza iodica. Roma: Istituto Superiore di Sanità; 2014. (Rapporti ISTISAN 14/6).

Sportello pro-TIROIDE 2014 nel Salento

Iodio Informa
Il G.A.T. Gruppo Aiuto Tiroide è un’Associazione No Profit nata nel Salento nel 2007 ed attiva sul territorio salentino grazie a pazienti, medici e infermieri.
Per il 2014 parte da San Pietro Vernotico la campagna “Iodio InForma” dedicata a tutte le donne dai 16 ai 38 anni che non abbiano una patologia tiroidea accertata.
La 4° tappa è prevista il 19 settembre p.v. dalle 15.30 alle 18.30 presso l’U.O. di Medicina Interna dell’Ospedale di FASANO (BR).
Prenota il tuo percorso! telefona al numero 3893128070 dalle ore 8.00 alle ore 20.00.
PROSSIME TAPPE:
17 Ottobre a Mesagne
21 Novembre a Francavilla Fontana
GAT SALENTO
Fonti:

Tutti in bici per la Tiroide!

In bici per la tiroide

Un viaggio in bicicletta dalla Croazia fino a Londra per promuovere la conoscenza dei disturbi alla tiroide. E’ questa l’intenzione del “Butterfly Team Bioleptir”.
Un piccolo gruppo di pazienti croati affetti da problemi alla tiroide percorrerà più di 1000 miglia in 15 giorni facendo tappa in 17 città europee.
L’associazione raccoglierà fondi per la sua causa benefica da Osijek (partenza il 15 Settembre) in Croazia a Londra, Regno Unito (arrivo il 30 Settembre).
Ecco le tappe: Virovitica – Croazia (15 settembre), Zagabria – Croazia (16 settembre), Lubiana – Slovenia (17 settembre), Villach – Austria (18 settembre), Obertauern – Austria (19 settembre), Salisburgo – Austria (settembre 20), Monaco di Baviera – Germania (21 settembre), Ulm – Germania (22 settembre), Phorzheim – Germania (23 settembre), Saarbrücken – Germania (24 settembre), Lussemburgo (25 settembre), Charleville-Mezieres, Francia (26 settembre), Denain – Francia (27 settembre), Calais – Francia (28 settembre), Folkestone – GB (29 settembre) e infine Londra il 30 settembre.
L’obiettivo dell’evento è quello di far conoscere a più persone possibile le problematiche legate alle disfunzioni della tiroide e di raccogliere fondi e sostegno da organizzazioni, medici e media in ogni paese e città europea. Con i fondi raccolti si sosterrà il progetto di
prevenzione a livello locale.
Per contattare l’associazione, donare o partecipare alla maratona:
Butterfly Team Croatia
(Bioleptir Hrvatska)
Email:bioleptir@gmail.com dkatusic13@gmail.com
Tel:HR +385 (0) 976 270691/ UK+44 (0) 7774761953
Fonti:

Nasce TiroIdee, il primo sito dedicato al Benessere Psicologico di chi vive con una disfunzione alla Tiroide.

tiroideetestataok

Tiroidee è un blog dedicato a chi soffre di problemi alla tiroide e ad i loro amici, parenti e medici curanti. E’ nato dall’esigenza di approfondire argomenti riguardanti il benessere globale della persona e le problematiche di natura psicologica legate alla prevenzione, alla diagnosi e alla terapia per disfunzione tiroidea.

L’INTENZIONE DEL SITO E’ QUELLA DI INFORMARE, DARE MAGGIORE VISIBILITA’ ALLE DISFUNZIONI DELLA TIROIDE E ALLA QUALITA’ DELLA VITA DI CHI NE SOFFRE PER PROMUOVERNE IL BENESSERE.

Il blog del sito è suddiviso in vari argomenti:

-LE DISFUNZIONI DELLA TIROIDE
-IPOTIROIDISMO E IPERTIROIDISMO
-NOTIZIE BASEDOWIANE
-TIROIDITE DI HASHIMOTO
-TIROIDE E MATERNITA’
-PSICOLOGIA E BENESSERE
-VIVERE SENZA TIROIDE
-LIBRI E FILM
-PROGETTO “TIROIDEE”-LE NOSTRE STORIE
-NODULI E TUMORE DELLA TIROIDE
-COLTIVA IL TUO BENESSERE

Il blog contiene notizie ed eventi selezionati dall’Italia e dal mondo e offre la possibilità di partecipare al “Progetto Tiroidee” raccontando la propria storia di vita con una disfunzione alla tiroide.

Moltissimi sono gli eventi organizzati da Tiroidee.com:

SPORTELLO DI ASCOLTO “PSICOLOGIA E TIROIDE”
GRUPPI DI SUPPORTO TRA TIROIDEI
-CORSI PER LA GESTIONE DI STRESS E ANSIA
-COLTIVA IL TUO BENESSERE
E TANTO ALTRO.

La convinzione di base è che un buon accesso alle informazioni e la condivisione delle nostre storie di vita ci può dare la forza per affrontare al meglio la nostra malattia! Esistono molte problematiche riguardanti la tiroide e tutte, in un modo o nell’altro, compromettono la nostra qualità di vita con ripercussioni personali e relazionali.

Per ogni informazione, curiosità, critica costruttiva e per condividere la vostra storia mandate una email a  tiroidee@gmail.com

Tutte le informazioni che troverete su questo sito sono destinate a incoraggiare e sviluppare e non a sostituire il rapporto personale con i medici di fiducia.
BUONA NAVIGAZIONE A TUTTE/I!!